I vincitori della Prima edizione del videofestival ‘Lo spiraglio’

Finalmente anche ‘Lo spiraglio’ può inaugurare il suo albo d’oro con i nomi dei vincitori della prima edizione.

Infatti, in una serata densa ed emozionante, la giuria ha emesso il suo verdetto, scegliendo i lavori da premiare in entrambe le sezioni, cortometraggi e documentari.

Premio Fausto Antonucci - Miglior Cortometraggio

.

.

.

.

.

E così, nella sezione Fausto Antonucci per il miglior cortometraggio il premio è andato ex-aequo a due opere molto diverse tra loro nella forma ma simili negli intenti, e cioé:

.

La Tinaia

.

.
.
.
.
.
La Tinaia, di Francesco Faralli
.
.

Extra Lettori

.

.
.
.
.
Extra lettori, di Lucia Tarquini
.
.
.
.
.
.

Premio Paolo Pancheri - Documentari

.
.
.
Mentre il premio Paolo Pancheri al miglior documentarioè andato a:
.
.

Via Ippocrate 45

.
.
.
.
.
Via Ippocrate 45 di Alessandro Penta
.
.
Ai vincitori vanno i nostri complimenti, che riteniamo comunque doveroso estendere a tutti i lavori che hanno concorso fino all’ultimo per aggiudicarsi la vittoria.
.
‘Lo spiraglio’ ha mostrato di avere i numeri per diventare un riferimento importante per chi fa cinema o video nell’ambito della salute mentale, e pensiamo che sia stato come tirare un sasso in uno stagno: piano piano le onde che abbiamo generato si allargheranno e arriveranno a toccare sponde che neanche conosciamo. Grazie a tutti coloro che hanno collaborato nelle forme le più diverse e arrivederci alla prossima edizione!
Annunci

Il festival: Programma della manifestazione

La giornata del 27 maggio si preannuncia quanto mai piena di contenuti.

Come abbiamo già preannunciato, la manifestazione si dividerà tra opere in concorso – che occuperanno l’intera giornata della sala principale della casa del cinema (la sala Deluxe) – e i “contenuti extra” che invece saranno programmati nella sala Kodak.

Di seguito pubblichiamo la programmazione prevista in entrambe le sezioni:

Opere in concorso (Pdf)

Contenuti extra

A tutti e tutte auguriamo una buona visione!

And the winner is…

Giulio Manfredonia!

Giulio Manfredonia

Il regista romano, autore tra l’altro di ‘E’già ieri‘ (2004), e del recente ‘Qualunquemente‘ (2011), riceverà il Premio della prima edizione del festival ‘Lo spiraglio’, nella serata del 27 maggio alla casa del cinema. Questo per essersi distinto per l’attenzione con cui ha affrontato i temi della salute mentale, in particolare per il film ‘Si può fare‘ del 2008 – con, tra gli altri, Claudio Bisio, Anita Caprioli e Giuseppe Battiston. ‘Si può fare’ è anche il film che verrà proiettato in chiusura di serata e di rassegna.

Rimane dunque l’attesa di sapere chi saranno i vincitori delle due sezioni delle opere in concorso, il Premio Fausto Antonucci al miglior cortometraggio e il Premio Paolo Pancheri al miglior documentario, ma per quello dovremo attendere la serata del 27 maggio, quando la giuria avrà terminato di vagliare tutte le opere ammesse alla fase finale del concorso che saranno proiettate nella sala De Luxe della casa del Cinema di Roma a partire dalle ore 10,00.

Casa del Cinema - Roma

Segnaliamo infine che nella sala Kodak si svolgerà una rassegna di documentari e cortometraggi – tra cui alcuni dei lavori non ammessi alla fase finale del festival – a cura della segreteria del festival, mentre alle 18,30  lasceremo spazio a ‘Ciak. il centro si decentra’, rassegna incontro del Progetto Cinema del Centro Diurno Pasquariello 2010 (a cura della Magazzino Cooperativa sociale), resoconto di un’esperienza accolta e abitata.

Il nostro augurio rimane che ‘Lo spiraglio’ possa rappresentare non solo una vetrina di ciò che l’incontro tra il mondo del cinema e quello della salute mentale può produrre, ma anche un momento in cui operatori, professionisti e utenti possono incontrarsi per dare un nuovo impulso alla collaborazione tra mondi che hanno molto da dirsi a da darsi.

Ecco i finalisti!

Il Primo Videofestival sulla salute mentale ‘Lo spiraglio’ ha i suoi finalisti!

Ecco l’elenco delle opere che il 27 maggio – alla Casa del Cinema di Roma – si sfideranno per ottenere il riconoscimento per il miglior cortometraggio e il miglior documentario, rispettivamente i premi Fausto Antonucci e Paolo Pancheri.

Cogliamo l’occasione per iniziare a ringraziare chi ha creduto in questo appuntamento e lo ha onorato con la sua partecipazione e il suo sostegno, assolutamente fondamentali per chi inizia per la prima volta un percorso ancora in parte inesplorato ma certamente promettente e interessante.

Ma la nostra avventura ha bisogno di qualche altro tassello per prendere definitivamente forma. Seguiteci, perché nei prossimi giorni pubblicheremo il programma della giornata e soprattutto il vincitore del ‘Premio Lo spiraglio’, assegnato ad una personalità del mondo del cinema che si è distinto per particolare attenzione e sensibilità alle tematiche della salute mentale. A presto!

Ecco le opere pervenute

Pubblichiamo QUI l’elenco delle opere pervenute per il videofestival.

Nei prossimi giorni pubblicheremo anche quello delle opere selezionate per partecipare alla fase finale de ‘Lo Spiraglio’ e contendersi così il Premio Fausto Antonucci del valore di 1.000 euro per miglior cortometraggio e il Premio Paolo Pancheri del valore di 1.000 euro per miglior documentario.